Nuovo Anno – 2014

ImageDopo quasi un anno di inattività o direi pausa riflessiva, torno a riscrivere qualcosa su questo blog. Se non altro, almeno per rispetto doveroso a coloro che hanno scelto di seguirlo, e ai quali devo porgere i doverosi Auguri di Buon Nuovo Anno.

La pausa di riflessione o inattività è stata principalmente dovuta a impegni di lavoro, ma anche, in secondo luogo, al fatto che questo blog è nato, cresciuto, con il pensiero, la filosofia di parlare un pò delle esperienze vinicole che mi accadevano, magari spostando il tono – al tempo preponderante – del troppo sapiente e del troppo “bravo”, per tornare a parlare di vino, e non solo, in modo semplice ed umile (non per questo meno serio, anzi!) puntando il dito sul fatto che il piacere dato dal buon bere (sia vino, birra o qualsiasi altra cosa..) è imprescindibilmente legato al piacere di condividere quel “buon bere”, quell’esperienza, con altre persone, e possibilmente in momenti ed atmosphere (lo continuo a scrivere così!), che possano rimanere nella mente e nel cuore, come unici.

ImageIn questo ultimo anno, effettivamente il mio lavoro mi ha portato molto di più a parlare di birra, più che di vino, ma anche in questo ambito, il principio espresso con l’apertura di questo sito, continua ad essere quello. La birra ha ancor di più motivo di essere bevuta con condivisione e giovialità. La conoscenza tecnica resta una cosa che si può ricercare, si può affinare per propria soddisfazione personale o anche, ovviamente, per migliore professionalità, se si opera nel settore, ma la condivisione, direi proprio, l’utilizzare questi prodotti del “buon bere” per creare momenti di convivio, di piacere e di divertimento, deve restare sempre in primo piano… Altrimenti ovviamente, si passa dell’essere “Cretini” all’essere “Bravi”, nel modo più negativo del termine.

Vi auguro quindi con tutto il cuore un Nuovo Anno, più cretino di quello precedente e carico di momenti di piacere e bevute da ricordare negli anni a venire..

Auguri.

A:B.

Image

Annunci
Pubblicato in istruzioni per l'uso, Uncategorized | Contrassegnato | Lascia un commento

Elezioni – Cosa berrà il Vincitore..

punto interrogativo 1Momento molto particolare per la nostra Italia.. Abbiamo le elezioni più particolari del momento! Sei candidati premier e la consapevolezza quasi matematica che nessuno di loro vincerà a tal punto che potrà governare il paese senza alcun compromesso..
Non voglio parlare di politica, se non al modo dei “Cretini”..
Proviamo a fare sui nostri candidati premier degli abbinamenti: voglio immaginare che cosa berrà ognuno di loro se dovesse vincere.. Ho appunto cercato una “Bollicina” che si confà ad ognuno di loro..

Andiamo per ordine:
berlusconi 2Cosa berrà il “Caro Silvio”?
Beh con Berlusconi si trova facile. Io lo vedo con in mano una tre litri di qualche champagne famoso. Non mi da l’idea di uno che vada a cercare il piccolo produttore (troppo comunista!) o la riserva particolare.. Di sicuro sarebbe un nome che è un’icona nel mondo delle bolle e che deve essere sintomo di ricchezza e di sfarzo.. Penso che comunque se vincesse, alla sua “festicciola” se ne berrebbe tanto!

giannino 1Cosa berrà Oscar Giannino?
Beh anche qui, infondo non si tratta di andare a cercare lontano. Sicuramente sarebbe uno spumante italiano, e proverrebbe senz’altro da una zona che fa dei suoi vini una eccellenza nel monndo: il Franciacorta. Infondo rappresenta un modo di legare imprenditoria del Nord, con tradizione e passione italiana.. Qui ci potrei vedere anche il piccolo produttore… Ma chissà?

monti 1Cosa berrà Mario Monti?Anche con Mario, possiamo scommettere facile: italiano, conosciuto in tutto il mondo per la sua tradizione. É la Bollicina “da cerimonia” x eccellenza (sopratutto a Natale). Lo spumante di Asti. Un vino non da intenditori, ma che mantiene la sua distinzione. Un vino, purtroppo, sul quale ci si fanno grandi speculazioni sopra, sopratutto da parte dei produttori importanti, scordandosi finezza ed eleganza, e a discapito della qualità..

bersani 2Cosa berrà Bersani?
Beh, qui vi chiedo scusa, se invece di una Bollicina vi propongo un vino. Un vino rosso, strutturato e che fa invecchiamento, un vino che porta nel suo nome una delle più grandi tradizioni italiane vinicole, un vino che dovrebbe dare solidità e serietà. Il Brunello di Montalcino. In realtà così non sembrerebbe molto adatto al capo del Pd, ma se ci aggiungete un pò di scandaletti “senesi” e la voglia di truccare le regole, non saremmo molto lontani!

grillo 1E Grillo??
Al di là del fatto che non me lo immagino con una bottiglia in mano, beh una Bollicina anche per lui ci sarebbe. Vino “popolare” e facile, che crea subito approvazione e consenso, un vino che sta prendendo piede velocemente in questi ultimi anni, un vino che purtroppo, quando lo si va a chiedere al Bar, non si sa cosa ci aspetta! se poi sarà buono o cattivo, vedremo dopo! Il Prosecco.

vendolaUltimo ma non ultimo Vendola:
Per lui ho pensato a certe Bollicine che vengono da qualche tempo prodotte al Sud, da vitigni autoctoni, non tradizionalmente usati per gli spumanti. Magari anche buoni, con le filosofie di rispetto del territorio e della tradizione ed un pizzico di innovazione, ma poi: chi li capisce quei vini?! Insomma non si riescono ad identificare ed a apprezzarli! Parlano un linguaggio difficile..

E voi? cosa proponete?
A.B.

Pubblicato in eventi, facce, istruzioni per l'uso | Contrassegnato , , , , | 1 commento